Lezioni di ballo di R. Cooper (anteprima)

Ogni tanto risbuco anche io a fare qualche recensione, stavolta per un libro in anteprima della Dreamspinner Press Italia: Lezioni di ballo, di R. Cooper.

Trama: Chico vive da due anni una relazione che lo consuma con un uomo prepotente. Quando il suo ragazzo gli rivela che sta vedendo qualcun altro, a Chico non resta altra scelta che trasferirsi sopra il garage del cugino in un piccolo paese tra i boschi di sequoie. Qui tira avanti svogliatamente. Per farlo uscire, il cugino lo spinge a offrirsi come volontario per aiutare con lo spettacolo annuale della scuola di danza del posto.
Chico non si aspetta di finire a una lezione di ballo o di iniziare a sentirsi di nuovo vivo tra le braccia del suo maestro. Rafael, il figlio del proprietario della scuola, è stato un ballerino di talento, ma ora ama insegnare. Sebbene Chico ne sia attratto, ha paura di avvicinarlo. Rafael, però, è determinato, e a Chico basterà un solo ballo per capire che ha ancora qualcosa da imparare.
Data uscita: 25 Aprile 2017
Link acquisto: Sito Dreamspinner Press e Amazon

Ammetto che quando ho deciso di leggere questo libro ero convinta di trovarmi davanti alla classica storia del dilettante che si innamora del suo insegnante di ballo. Ammetto di non aver letto la trama, mea culpa, ma ero talmente incuriosita dal titolo che me lo sono fatto mandare senza nemmeno guardare, e devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa da questo libro.
Ho adorato Chico, ho odiato il suo vecchio partner, che l’ha mollato dopo due anni di convivenza e tre di fidanzamento per un altro, senza nessuna spiegazione. Chico e Rafael mi hanno emozionato, ho fatto il tifo per loro dall’inizio alla fine. Finalmente sono incappata in una storia matura, dove i personaggi hanno superato quell’adolescenza che fa vivere le storie d’amore con un entusiasmo diverso. Rafael e Chico devono anche guardare al futuro, al fatto che Chico, almeno inizialmente, non aveva nessuna intenzione di rimanere in quel paesino, dove si era rintanato per superare la delusione d’amore. Chico ha dovuto superare le sue paure nel ributtarsi in una nuova storia, anche se comunque vede il suo futuro ancora incerto. Ha trovato un lavoro che gli permette di vivere, però ancora non sapeva se rimanere lì in quella città oppure tornare a casa, ricominciare la sua vita dove è cresciuto. Tutti questi dubbi l’hanno portato a non provarci subito con Rafael, a legarsi di nuovo a qualcuno, con il rischio di perdere nuovamente tutto, la sua vita, il suo cuore.
Non sto a raccontare come va avanti la storia, voglio lasciarvi il piacere di scoprirlo pagina dopo pagina, come ho fatto io.
Passo invece a descrivere alcune cose negative che ho trovato, perché nulla è perfetto, ovviamente XD
Innanzitutto, mi sono chiesta se è obbligatorio usare sempre e solo la parola “uccello” per indicare il pene. Io dico, ci sono tanti sinonimi, eppure in questo libro viene usato solo quello (tranne un’unica volta, che viene usata un’altra parola, e lì mi sono chiesta cosa fosse successo XD). Non so se è una questione di traduzione o se è proprio una cosa che deriva dalla versione originale (se così fosse, mi chiederei a quel punto se in inglese non hanno altri sinonimi), però devo dire che dopo un po’ diventa pesante leggere la parola “uccello” di continuo.
Altra pecca che ho trovato è che, ogni tanto, mancavano delle parole. Spero vivamente che la copia recensione che mi è arrivata sia stata ancora revisionata prima della pubblicazione, altrimenti consiglio alla CE una rilettura in caso voglia poi pubblicarla in cartaceo.
Ritornando alla storia, invece, ho trovato alcune lacune qua e là che mi sarebbe piaciuto che venissero approfondite. In primis, viene detto che Davi è trans, però ho dovuto capire io che era una donna diventata uomo, perché ora è un uomo, si parla di un’operazione e quindi ho intuito che fosse donna. Dico “intuito” perché comunque ora come ora Davi viene descritto come un uomo in tutto e per tutto, quando da qualche ricerca fatta in passato so che la “trasformazione” da donna a uomo non dà i risultati descritti nel libro. Se da uomo a donna i risultati possono essere molto buoni, il viceversa è molto più difficile, quindi da quelle poche descrizioni che ci sono di Davi ho trovato qualcosa di stonato.
Altra cosa che mi è sembrata un po’ tralasciata è spiegare che rapporto c’è stato tra Rafael e Jase. Sembra che il panettiere sia stato messo lì solo per far provare un po’ di gelosia a Chico, ma poi amici come prima. Mi aspettavo che almeno venisse detto che tra loro non c’era mai stato nulla, che l’unica uscita che c’è stata tra loro si è conclusa con un nulla di fatto, e invece nulla, non è stato spiegato né niente. È forse l’unica cosa che mi è dispiaciuta, perché veramente sono arrivata alla fine senza capire fino in fondo a che servisse il personaggio di Jase, tutto lì.
Faccio comunque i complimenti all’autrice per le descrizioni accurate che ha fatto nelle prime pagine, sembrava di vedere con i propri occhi la città, la scuola di ballo e tutto ciò che circondava Chico.
Una lettura sicuramente consigliata a tutti gli amanti del genere.


Commenti