A Nudo di Manuela Chiarottino





Il romanzo di cui vi parlerò oggi è uno dei pochi che mi ha talmente presa da finirlo addirittura in una sera: A nudo, di Manuela Chiarottino.

                                               Trama
Recitare, sorridere, dimenticare. Queste sono tre parole che Alex Bohlen ha imparato bene e, all’alba del suo nuovo film, sembra non esserci altro che questo mantra. E l’alcool: la panacea per tutti i suoi mali. Un passato da cancellare, un futuro ancora troppo nebuloso e una sessualità da tenere nascosta, per non perdere la fama ottenuta, sono tutto ciò che caratterizza la sua vita. Almeno finché non gli viene messo alle calcagna il giovane Niyol, assistente dalle origini navajo, assunto dal suo agente per non permettere ad Alex di eccedere nel bere e portare a termine le riprese del nuovo film. Ma Niyol è troppo serio, troppo ligio al dovere: troppo bello. Una tentazione continua che rischia di far esplodere ogni sicurezza, ogni punto certo. Se un punto certo è mai esistito prima di lui…
Link d’acquisto ebook: Amazon


***


Ho iniziato questo romanzo per distrarmi dallo studio matto e disperatissimo, convinta che la stanchezza non mi avrebbe concesso di leggerne più di un paio di capitoli. Invece, pagina dopo pagina, ho passato tutta la sera a leggere, senza riuscire a smettere. Continuavo a ripetere… un altro capitolo e poi basta, finché non mi sono ritrovata senza più pagine da leggere.
La storia, sebbene non avesse particolari elementi innovativi, mi ha colpita per la dolcezza.
Alex, il protagonista, è un attore costretto a nascondere la sua vera natura per non compromettere il suo lavoro. Non solo, ma a questo si aggiunge un'infanzia difficile che ha lasciato profonde cicatrici nel cuore del ragazzo.
Tutta la rabbia che Alex si porta dentro viene sfogata sui colleghi e sullo staff del film che sta realizzando, unita al vizio del bere che rende Alex fuori controllo.
È proprio qui che si inserisce la figura di Niyol, assunto come "baby-sitter" di Alex. Il ragazzo, infatti, deve assicurarsi che Alex non tocchi un goccio d'alcol, rischiando di far tardare le riprese.
Niyol è un meticcio: sua madre è una nativa, e questo comporta per lui un bagaglio culturale notevole che mi ha subito intrigata.
Il personaggio di Niyol mi è piaciuto subito: si vedeva che era un ragazzo forte. Il fatto di essere un meticcio omosessuale ha contribuito a formare il suo carattere, a non avere paura di essere se stesso, quello che manca totalmente in Alex.
La passione sboccia in fretta tra i due, anche se i problemi di Alex allontanano sempre più la felicità che insieme potrebbero avere.
Quelli che ho adorato sinceramente di questo romanzo sono i momenti teneri tra i due ragazzi. La storia d'amore che nasce tra loro è molto dolce, e nonostante il carattere spigoloso di Alex, non ho potuto fare a meno di provare una grande tenerezza per entrambi.
Un'altra cose che mi è piaciuta davvero tanto è il tema dei concorsi di bellezza per i bambini, tema legato al passato di Alex. Non sono particolarmente informata al riguardo, tranne per qualche documentario sull'argomento visto per caso. Tuttavia sono sempre rimasta perplessa di fronte a questi concorsi, vista la giovane età dei partecipanti.
In questo romanzo, sebbene sia solo un elemento di contorno, è chiaramente mostrato quanto l'abuso da parte di adulti che costringono questi bambini a partecipare, sia dannoso e pericoloso per la salute dei bambini.
L'argomento non viene approfondito, anche perché il romanzo è comunque una storia d'amore e pertanto incentrata sui due protagonisti.
Tuttavia, l'elemento di denuncia contro gli abusi che questi bambini devono subire, quando i genitori costringono loro a partecipare, è secondo me un campanello d'allarme, e il lettore ne diventa perfettamente consapevole.
Questo libro mi è piaciuto così tanto che avrei voluto durasse altre cento pagine, anche se non vedevo comunque l'ora di finirlo per scoprire cosa sarebbe successo ai personaggi.
Ad essere sincera, era da un po' che non mi capitava di avere un imprinting positivo già dal primo capitolo di un libro, tanto da finirlo in un'unica serata.
Non voglio raccontare molto altro della trama, perché lo consiglio a chiunque e spero tanto che lo leggiate.
Vi assicuro che trascorrerete una serata piacevole, cercando di capire come andrà finire tra Niyol e il cocciutissimo Alex.
Senza contare tanti personaggi di contorno come il manager e la sorella di Alex o la famiglia di Niyol, che si inseriscono nel quadro completo dando profondità alla storia e contribuendo a rendere quest'opera ancora più godibile.
Se avete letto questo romanzo, ditemi se avete avuto le mie stesse sensazioni. Anche a voi è piaciuto? Anche voi l'avete letto tutto d'un fiato?
Se invece non l'avete ancora letto, correte a farlo!




Commenti

Posta un commento