Farsi Forza di L.A. Witt (Anteprima)



Salve!
In questo inizio di giugno ho un pochino rallentato le mie letture me ne duole ma un po’ l’essere svogliata, un po’ mille altre cose a cui pensare i miei libri sono rimasti intoccati per alcune settimane. Alla fine ho superato anche la mia pigrizia e ieri sera, dopo una lunga settimana, ho preso in mano il libro che mi accingo a recensire, ovvero la nuova anteprima per la Triskell edizioni.
Mettiamola così, questo libro è interessante, ma di sicuro visti le mie ultime settimane non è proprio quella lettura che mi fa passare un paio di ore in tranquillità. Vi spiegherò tutto nella recensione, ora iniziamo con la trama.


***


Farsi Forza
di L.A. Witt


***





Trama:

Jason Davis è in grado di gestire una rottura. E un mutuo esagerato. E un’attività che non si decide a decollare. E il dolore lancinante di una lesione alla spalla che lo tiene sveglio la notte. Ma tutto insieme? Non è altrettanto facile. Quando infine la spalla lo porta a un punto di rottura, Jason segue il consiglio di un amico e accetta di provare con l’agopuntura.
L’agopuntore Michael Whitman è un padre single che fatica ad arrivare alla fine del mese. Quando un amico comune gli manda Jason come paziente, e quest’ultimo suggerisce di andare a vivere insieme per alleviare le rispettive difficoltà economiche, Michael coglie l’opportunità al volo.
Ma in poco tempo Jason inizia a pentirsi della proposta: è troppo attratto da Michael e vivere con lui è più difficile del previsto. In effetti la tentazione di ammettere i propri sentimenti sarebbe quasi irresistibile, se non fosse che Michael è etero. O almeno, questo è ciò che sostiene il loro amico comune.

Link Amazon: Farsi Forza


***


Come ho scritto nell'introduzione a questa recensione questo libro mi ha colpito molto per la tematica trattata e anche per quanto gli avvenimenti in esso raccontati possano essere realistici, ovvero il combattere ogni giorno per far quadrare i conti di casa e del lavoro, soprattutto se si ha un’attività propria; un problema che hanno molte persone e decisamente aumentato di questi tempi. I problemi del protagonista, quel faldone con i conti e le bollette è un qualcosa che mi risulta molto familiare e quando poi si riesce un attimo a respirare, ecco che accade l’imprevisto che rimette tutto sottosopra e di nuovo a cercare di far quadrare i conti. Per Jason, il protagonista di questa storia, il tutto si complica perché il famoso detto è vero: quando piove, piove sempre sul bagnato. E così, oltre ai problemi economici e a quelli di salute che si trascina dietro da un po’, ecco che ci si mettono anche quelli sentimentali; e proprio come dice la trama di questo libro, uno alla volta sono, non dico facilmente, ma sono gestibile, tutti assieme che ti gravano sulle spalle c’è il rischio di crollare sotto la disperazione e lo sconforto. E così, ecco che Jason si ritrova a dormire poco la notte, per via di un dolore cronico alla spalla causato da un incidente in mountain bike, a cercar di far quadrare i conti e a non pensare alla fine di quella relazione, dove il suo ex se n'è andato per non farsi più sentire, che lo ha lasciato scottato, demoralizzato, ma più di ogni altra cosa arrabbiato.
Lo so, messa così sembra una tragedia moderna e non un libro da leggere il fine settimana, ma fra i vari problemi, le scene in cui non potevo fare a meno per disperarmi per Jason e le sue notti insonni, ho trovato una storia d’amore molto gradevole. Penso che inizio a trovarne qualcuna molto bella, soprattutto quelle realistiche e ammetto che l’avvicinarsi fra i due lo è, anche se la parte in cui viene gestita la sessualità dell’altro protagonista, Michael, poteva essere gestita un meglio.

Ora come al solito farò la mia solita, piccola e forse anche inutile digressione, ma non ce la faccio a non farle. La sessualità dei
personaggi nei romanzi m/m. I romanzi di questa categoria si dividono in romanzi dove i personaggi sono tutti gay, ovunque sia l’ambientazione i personaggi vivono in un mondo dove incontrano solo affascinanti uomini gay, oppure ci sono quei romanzi, dove ci sono gay ed etero, ma gli etero all'improvviso diventano gay perché incontrano l’uomo che gli fa girare la testa. In entrambi i casi sono situazioni altamente improbabili.
Ora, io ho un pensiero tutto mio riguardo i rapporti di coppia e l'amore, sono del parere che l'amore non abbia sesso o genere. Quindi ci si può innamorare di chiunque, ma per la maggior parte delle persone oltre alla chimica c’è anche il tipo di educazione, gli standard delle persone e quel pensiero che le coppie “giuste” siano uomo/donna. Può succedere che un uomo da adulto comprenda la sua sessualità, soprattutto se ha cercato di non pensare alla sua attrazione per gli uomini, che si scopra gay. Può succedere che dopo tanto tempo abbia fatto chiarezza in se stesso accettandosi per come realmente è, senza dover dare spiegazioni a una famiglia che forse in passato non l'avrebbe accettato. Però tutto questo a parer mio non può accadere in continuazione nella stragrande maggioranza dei libri che ho incontrato con questo argomento e soprattutto deve essere spiegata la psicologia del personaggio, i suoi dubbi, il suo passato, il perché fino a quel momento ha cercato di ignorare i suoi istinti; già perché l'uomo è un animale e anche lui fa fatica a ignorare i suoi istinti.
In questo libro tutto questo viene spiegato solamente in parte, i dubbi Michael vengono solo accennati, per poi svanire nel momento in cui finiscono a letto e dopo il sesso riappaiono magicamente.
Io comprendo che un uomo possa essere gay ma non vuole ammettere a se stesso e alle persone che ha intorno per mille motivi differenti: fra cui i pregiudizi, la paura di essere allontanato, ma se scrivi un libro, tutto questo deve affiorare quando lo si caratterizza e dal suo comportamento. Deve essere coerente, poi comprendo che non si possono scrivere mille pagine di pare mentali, ma una caratterizzazione più completa del personaggio renderebbe migliore la storia. In Michael appaiono di rado, qualche pensiero sporadico, nelle conversazioni con Jason, eppure non ci sono momenti di riflessione in cui realmente si chiede cosa sta succedendo, cosa prova realmente, chi è e cosa desidera.
Ok, Michael a inizio storia è etero, lo dichiara anche apertamente a Jason. Ed è ancora etero quando arrossisce nel vedere Jason arrivare per il secondo appuntamento nel suo studio da agopuntore. Ed essendo un tipo che arrossisce alla presenza dell'altro, ed è attratto da lui ci va a vivere insieme e quando è in casa gira mezzo nudo come se nulla fosse.
Mi fermo qui altrimenti potrei dare di matto sui comportamenti improbabili di questo personaggio: come affermare di essere assolutamente etero. Pertanto trovo la sua caratterizzazione un tantino confusa, cosa che poi mi ha sorpreso, perché Jason al contrario è caratterizzato veramente molto bene come personaggio. Dal suo carattere, alle sue opinioni, come tutta la psicologia che ruota intorno a quel dolore cronico che in parte ha rovinato la sua vita e anche il suo rapporto, che poi il suo ex era un cretino è tutt'altro discorso, parlerò anche di lui. Comunque è molto più completo come personaggio, forse perché il libro è dal suo punto di vista, forse perché l’autrice era più in sintonia con lui, questo non lo so dire, ma è il miglior personaggio fra i due protagonisti. L’ho adorato da quando è comparso. Sì, sta soffrendo, ha diversi problemi, eppure in lui c’è anche un tocco di ironia e un qualcosa che lo porta a farsi amare dalle persone che orbitano nella sua vita e che riesce anche a farlo andare avanti a non mollare il lavoro, assieme ovviamente all'orgoglio e all'ostinazione.
Altro piccolo punto, l’ex di Jason, lo nominano soltanto, ma l’ho odiato. Non è mai apparso, ma veramente doveva essere un essere abietto. Non tanto per essersene andato, le relazioni finiscono, alcune bene, altre meno; ma per quello che diceva a Jason, per non comprendere il suo malessere quando non poteva fare determinati movimenti, mettendo sullo stesso piano dolori lancinanti che non ti permettono di muoverti a un semplice mal di testa per evitare di fare sesso. Pensava che non volesse stare con lui, fare sesso con lui e metteva su la scusa della spalla. Meno male che non è apparso, mi avrebbe irritato ancora di più.

A livello di stile e trama ho apprezzato molto il libro, come ho detto sopra è molto realistico per il modo in cui i vari personaggi sono costretti ad affrontare la vita, i problemi quotidiani, le bollette da pagare, insomma chiunque abbia una casa, una famiglia sa perfettamente cosa significa barcamenarsi in tutto questo.
Forse a livello di stile avrei preferito di più un alternarsi dei pov, in questo modo è tutto troppo dal punto di vista di Jason, pertanto per un verso non troppo obiettivo in tutti gli avvenimenti; non che non mi sia piaciuto, ma ha lasciato da parte gran parte della caratterizzazione di Michael. Di lui si scopre qualcosa solo tramite qualche discorso con l’altro, tramite qualche parola, ma senza mai approfondire. Risponde chiaramente e solo poche volte quando lo stesso Jason gli pone delle domande dirette.

Tirando le somme il libro mi è piaciuto, una lettura che all'inizio mi ha messo un po’ di ansia, veramente mi sono ritrovata in alcune situazioni descritte, quel faldone con le bollette l’ho sognato la notte xD, ma ho apprezzato molto l’evolversi della storia d’amore, il modo in cui Jason, ma anche Michael hanno affrontato i loro problemi, e non parlo solo della storia d’amore, ma soprattutto di quelli personali per riuscire ad arrivare a fine mese. Hanno trovato una soluzione, hanno combattuto e come dice il libro si sono fatti forza a vicenda.
Una lettura molto, molto realistica, che sicuramente in alcuni momenti non mi ha fatto svagare ma più che altro mi ha fatto pensare e mi ha angosciato un pochino, quindi ho apprezzato il modo dei due di avvicinarsi, di riuscire in qualche modo ad alleggerire, con la loro attrazione, tutto il resto, quei momenti pesanti che affrontano ogni giorno della loro vita.

Non posso dare il massimo dei voti però, proprio perché non trovo abbastanza caratterizzato quello che è il secondo protagonista, con una sua maggiore introspezione la storia sarebbe stata molto più completa.
Tre piume e mezza, per questa dolcissima storia d’amore.


Commenti