Mai un eroe di Marie Sexton (Anteprima)



Tutti quanti si meritano un eroe
Owen Meade ha un disperato bisogno di un eroe. Cresciuto da una madre che lo ha fatto vergognare della sua balbuzie, del suo orientamento sessuale e del suo braccio congenitamente amputato, Owen vive come un eremita nel suo appartamento di Tucker Spings. Ma poi, Nick Reynolds – veterinario prestante – si trasferisce al piano di sotto.
Nick è sexy e sicuro di sé e fa sentire Owen bene con se stesso, come mai nessuno prima. Inoltre, gli presenta quel fuoco d’artificio della sua sorellina, che è nata con un’amputazione congenita simile alla sua, ma che non ha mai permesso alla cosa di metterle i bastoni fra le ruote. Quando la ragazza iscrive se stessa e Owen a un corso di pianoforte, esigendo di suonare insieme a lui in un recital, Owen non riesce a dirle di no. Soprattutto perché questo gli fornisce una buona scusa per passare più tempo con Nick.
Owen sa di essersi preso una bella cotta per il suo vicino ma, ogni volta che si avvicina a lui, inesplicabilmente, Nick si tira indietro. Costretto a scontrarsi con il disprezzo di sua madre e con i segreti di Nick, ben presto Owen capisce che, invece di aspettare un eroe, è il suo momento per diventarne uno. Per se stesso e per Nick.

Nuova uscita che recensiamo in anteprima. 
Mai un eroe fa parte della serie Tucker Springs, ed è uno dei romanzi più dolci che mi sono stati proposti ultimamente.
Il romanzo è molto introspettivo e si concentra quasi interamente su Owen, visto che è raccontato in prima persona proprio da lui.
Owen è una persona timida… anzi, più che altro intimidita da ciò che la vita gli ha riservato. Non solo il problema al braccio, ma anche una madre che non l'ha mai accettato e brutte esperienze durante il liceo.
Nick, l'altro protagonista, è una vera incognita. È un personaggio frizzante, che si rende subito simpatico al lettore. Ma ha anche i suoi momenti bui, e subito lascia intendere di nascondere un segreto, uno di quelli pesanti.



Owen e Nick hanno subito tanto nella loro vita ed entrambi hanno bisogno di andare avanti, di liberarsi dei fantasmi del passato per poter vivere felici.
Insieme potrebbero superare tutto, ma la reticenza di Nick non rende le cose facili, e l'insicurezza di Owen non aiuta.
Se dovessi trovare un motivo principale per cui consigliarvi questo libro è la dolce tenerezza con cui affronta argomenti delicati.
Il sentirsi diversi, il senso di colpa per non riuscire ad essere quello che gli altri vorrebbero sono sensazioni che provano entrambi i protagonisti, e il lettore viene in qualche modo sensibilizzato, portato a riflettere.
E mentre le pagine scorrono, tutte le differenze, tutti i luoghi comuni e gli stereotipi vanno sempre più assottigliandosi, fino a quando non diventano completamente senza importanza e i protagonisti vengono mostrati semplicemente esseri umani. Anzi, fino a quando i protagonisti cominciano a sentirsi esseri umani, uguali agli altri. Fino a quando capiscono che meritano tutto ciò che la vita ha di bello da offrire e che niente e nessuno dovrebbe togliergli nulla.
Una menzione particolare va alla sorella di Nick: una forza della natura. Lei è il personaggio più forte di tutto il romanzo. È l'unica che si è accettata da tempo per quella che è, ma non tanto per dire. Lo capiamo dal primo momento che niente può buttarla giù, a meno che non sia lei stessa a volerlo, e lei non vuole.
È uno di quei personaggi che ti danno la spinta per migliorare, che ti fanno capire che puoi farcela, basta cominciare a dare più importanza a se stessi, mettersi al primo posto e non arrendersi alla sensazione di sconforto.
Insomma, tanto di cappello a questo personaggio.
Mi mancheranno un po' tutti i protagonisti di questo libro e i loro drammi interiori, sono sicura che è una di quelle storie che tornerò a leggere volentieri.
Il romanzo uscirà il 20 aprile, ma è già prenotabile a questo link:



Commenti