Firmato: Il tuo agente spettrale di S.E. Harmon (Anteprima)


Trama:
L’agente speciale dell’FBI Rain Christiansen era il golden boy dell’agenzia, ma gli è bastato un momento di debolezza, una piccola, minuscola, infinitesimale apparizione paranormale per diventare, all’improvviso, l’imbarazzo del Bureau. Da agente speciale ad agente spettrale. Il suo capo gli dà un’ultima occasione per redimersi: deve andare a Brickell Bay, fare il bravo con il dipartimento di polizia locale, e lasciarsi alle spalle gli avvistamenti di fantasmi. Rain è determinato a fare proprio quello, costi quel che costi.
Il detective Daniel McKenna si occupa dei *cold case*, i casi irrisolti, ma la sua ultima indagine si è arenata. Sono passati cinque anni da quando la studentessa delle superiori Amy Greene è scomparsa dopo essersi allontanata dal suo posto di lavoro part-time, e da allora nessuno l’ha più vista. Daniel è contento di ricevere finalmente l’aiuto che aveva richiesto all’FBI, anche se l’agente incaricato è proprio il suo ex.
Rain non può negarlo: si sta innamorando di nuovo di Danny, ammesso che abbia mai smesso di amarlo, e questo genera una tensione che rende difficile risolvere il caso. I fantasmi che lo perseguitano dietro ogni angolo e un’indagine che non rivela piste contribuiscono alla frustrazione, al punto che Rain comincia a chiedersi se le seconde opportunità e il lieto fine non siano solo favole.




***

Vi è mai capitato di imbattervi in una storia carina, ben scritta, divertente, e allo stesso tempo con un mix di quei generi che adori, poliziesco con una vena di mistero e soprannaturale? Ecco, questo libro è un mix di molte cose che mi piacciono. Un libro leggero, eppure c'è la vena gialla con un omicidio da risolvere, ma allo stesso tempo ci sono momenti divertenti che mi hanno fatto sorridere. Una delle letture più carine di questi mesi e, soprattutto, una lettura che mi ha sorpreso; era tanto che non avveniva.
Mi sono imbattuta in almeno un altro libro della Harmon, ma non devo averlo recensito io per il blog (al momento non mi viene in mente il titolo), ma questo libro mi ha conquistata, tanto da sperare in altri con gli stessi protagonisti, con questa vena di mistero e soprattutto con le apparizioni di fantasmi che movimentano la vita di Rain.
Rain e Daniel, i due protagonisti, sono molto molto carini insieme; due personaggi divertenti, eccitanti, ma anche decisamente complessi e ben caratterizzati se si analizzano singolarmente come poliziotti.
Rain è un uomo tutto d’un pezzo, ligio al dovere, preciso, decisamente differente dalla sua stramba famiglia hippie, a cui vuole un bene dell’anima, ma dalla quale non comprende la vita strampalata. Lui è un uomo amante delle regole, tanto da fargli desiderare, crescendo, di entrare nelle forze dell’ordine, come profiler dell’FBI. In questo ruolo ha fatto anche carriera fino a quando, da un giorno all'altro, non si ritrova a vedere e sentire i fantasmi. Questo suo piccolo problema lo fa finire in congedo forzato per un crollo nervoso, con il rischio di perdere il lavoro.
Da questo momento inizia questo romanzo carinissimo e in breve tempo appare anche l’altro protagonista del libro: Danny McKenna. Irlandese, bello, è l’ex di Rain, nonché un uomo allegro, intelligente; in alcuni frangenti mi fa pensare  a un pirata pronto a combinarne di ogni sorta. Insieme Danny e Rain sono scoppiettanti e non parlo solo come amanti, ma anche solo come amici o partner di lavoro. Si completano, dando atto a scene divertenti, ma anche molto sensuali in alcuni casi.



Leggendo il libro, questa storia del protagonista che vede i fantasmi che gli chiedono aiuto e lui tenta di ignorarli mi aveva fatto pensare a qualcosa che avevo già letto da qualche parte; ci ho rimuginato per giorni, fino a quando non mi sono ricordata: il manga Bleach inizia più o meno alla stesso modo per poi avere decisamente una trama differente, eppure per tutta la lettura del libro avevo questa vocina in testa che mi diceva è simile a qualcosa che avevo già letto. Quando alla fine sono riuscita a ricordarmi a cosa somigliasse mi sono messa l’anima in pace e mi sono goduta la lettura.
Lo stile della Harmon è leggero, scorrevole, si legge velocemente e si gusta proprio come una birra ghiacciata in una calda sera estiva. Mi è piaciuta l’ambientazione, il modo in cui ha descritto Miami e le paludi che la circondano: le Everglades.
La trama del libro è particolare, scorre su binari paralleli: ci sono tutti gli elementi di un romance, la storia tra i due protagonisti, il loro passato, il perché si sono lasciati e l'attrazione che non è mai svanita, c’è il giallo, un omicidio sul quale indagare e infine ci sono i poteri di Rain, questi fantasmi alla ricerca di aiuto che appaiono nei momenti più impensati e che lui tenta in ogni modo di ignorare, fino a quando sente di doverli aiutare, perché è la cosa giusta, ma anche il modo per trovare alcune persone.
Incurante di cosa pensano gli altri, di essere considerato pazzo.


Firmato: il tuo agente spettrale è un libro che ho veramente apprezzato. L’ho letto in un soffio in una notte intera, non riuscivo a staccarmene e penso che si meriti cinque piume piene, per la leggerezza di scrittura, per avermi fatto sorridere, ma anche piangere un po’.




Commenti