Provocazione di Joanna Chambers (Anteprima)



David Lauriston sta facendo di tutto per affermarsi all’interno del facoltoso mondo legale di Edimburgo. Come se non bastassero le sue umili origini a intralciargli la strada, la recente decisione di difendere un gruppo di tessitori accusati di tradimento fa nascere nei colleghi il sospetto che David possa nutrire simpatie radicali. In questo scenario, l’ultima cosa di cui ha bisogno è accettare di aiutare il fratello di uno dei tessitori condannati a trovare l’agente provocatore che ha istigato la rivolta.
La sua vita personale non va molto meglio. Tormentato dai desideri proibiti verso il suo stesso sesso e dai ricordi dolorosi dell’amico d’infanzia di cui una volta era invaghito, David fa di tutto per condurre un’esistenza casta, pentendosi amaramente ogni volta che i suoi propositi vengono meno.
Ma all’improvviso, nella sua esistenza repressa e disciplinata, irrompe Lord Murdo Balfour.
Cinico, edonista e impenitente, Murdo è il contrario di David. Mentre quest’ultimo rifiuta persino l’idea di contrarre un matrimonio privo di amore al solo scopo di preservare le apparenze sociali, Murdo è deciso a sposarsi, un giorno, senza per questo rinunciare alla compagnia degli altri uomini. Per quanto David possa essere inorridito dall’inveterato egoismo del gentiluomo, non riesce tuttavia a resistergli.
Murdo lo tenta e lo irrita allo stesso tempo, distraendolo dalla promessa di trovare l’agente governativo responsabile del triste destino dei tessitori e costringendolo a riconoscere i propri desideri carnali.
Ma potrebbe Murdo essere più che una semplice distrazione?
Magari proprio l’uomo a cui David sta dando la caccia?


Appena avevo visto l'anteprima di questo romanzo, ho subito pensato di volerlo recensire. Non mi capitano spesso per le mani m/m storici ed ero curiosissima di leggerlo.
Beh, sono proprio contenta di poter dire, in questa recensione, che non ci sia una singola cosa che non mi sia piaciuta in questo romanzo.
L'ho adorato: è tutto perfetto, dai personaggi, alla storia, allo stile dell'autrice.
Se devo fare proprio un'obiezione è che forse era un po' troppo corto, perché l'ho finito a tempo record e ne volevo ancora, non ne avevo abbastanza.
Murdo e David sono due personaggi molto ben strutturati. David lo conosciamo meglio, perché il romanzo è dal suo punto di vista, quindi possiamo sentirne i pensieri e capire il suo punto di vista sulle vicende.
Murdo lo conosciamo attraverso gli occhi di David, e la cosa mi è piaciuta tantissimo.
La storia è molto interessante e si sviluppa bene, anche se appunto io l'avrei fatta durare un po' di più.
Mi rendo conto che questa è soltanto una mia pretesa, perché amo i libri lunghissimi e quando ne trovo uno che mi piace vorrei che non finisse mai.
Sono rimasta così esaltata da questo volume che ora smanio per avere anche i seguiti, che spero verranno presto tradotti perché aspettare sarà una sofferenza.
Quando l'ho iniziato, già immaignavo che mi sarebbe piaciuto, ma non avevo idea che me ne sarei innamorata così.
Lo stile dell'autrice, poi, è stato perfetto: nonostante la storia d'amore, è riuscita a dare il giusto peso anche al mistero che permea tutta la trama, incuriosendomi tantissimo e stimolandomi nell'andare avanti a leggere fino alla fine.
La sua risoluzione non è per nulla affrettata o mancante, secondo me. È stata giusta, i ritmi ben sincronizzati con il resto del racconto.
Ve lo consiglio?
Assolutamente, non dovreste lasciarvelo scappare. È davvero un gioiellino. Il romanzo sarà disponibile dal 9 Aprile, ma potete preordinarlo al link che trovate in alto.

Io vi do appuntamento alla prossima recensione!


Commenti