Sani e salvi di Lucy Lennox e Sloane Kennedy (Anteprima)





È da una vita che affogo. Pensavo che non avrei mai trovato qualcuno che capisse cosa provo…
Aiden Vale, conclamato casanova, ha tutto ciò che si può desiderare: è bello, ha una carriera di successo, è ricco sfondato e tutti gli uomini si gettano ai suoi piedi… consapevoli che si tratterà solo dell’avventura di una notte. L’ultima cosa di cui ha bisogno è un legame profondo che lo porti ad aprirsi più del previsto. Eppure, quando entra in gioco il destino, Aiden si innamora di qualcuno che rischia di abbattere tutte le sue barriere, un ragazzo che cela un segreto doloroso.
Ho finalmente l’occasione di tornare a essere libero. Alla libertà non rinuncerò mai più…
Ash Valentine vuole solo una via d’uscita e l’ultima cosa di cui ha bisogno è un altro uomo che controlli ogni aspetto della sua vita. Alla disperata ricerca dei soldi che gli servono per scappare dal compagno violento, Ash accetta un lavoro temporaneo in un bar della zona. Non si aspetta di stringere nuove amicizie, né soprattutto di conoscere l’enigmatico e affascinante Aiden Vale, un cliente abituale del bar, che lo ricopre di gentilezze.
Timoroso di tornare a dipendere in tutto e per tutto da qualcun altro, Ash rifiuta a più riprese le offerte di aiuto di Aiden. Ma quando capisce che dietro la volontà di Aiden di salvarlo si nasconde ben altro, Ash inizia a chiedersi se non si sia imbattuto in qualcuno altrettanto bisognoso di aiuto.
So che mi vuole salvare, ma se fosse lui a dover essere salvato?
Mentre l’incerta amicizia si evolve, alcuni segreti reconditi tornano in superficie: tra l’atteggiamento iperprotettivo dell’uno e il desiderio di indipendenza dell’altro, il rimorso per chi non è riuscito a salvare tormenta il fragile animo di Aiden, costringendolo ad affrontare una verità che da lungo tempo ha preferito ignorare.
Con il rischio di perdere ciò che hanno appena conquistato, riusciranno Aiden e Ash a trovare un modo per accettare il loro passato o il dolore finirà per travolgerli?

Serie: Twist of Fate #2


Buongiorno, Piume! Sono proprio contenta di parlarvi del romanzo di oggi, perché è il sequel di un altro romanzo che avevo follemente amato: parlo di Persi e ritrovati.
Durante la lettura del primo romanzo, mi ero chiesta se i sequel sarebbero stati incentrati sugli altri personaggi, e finalmente ho potuto scoprirlo.
Qui il protagonista è Aiden, l’amico di Bennet (protagonista di Persi e ritrovati), ma non soltanto lui. Facciamo la conoscenza anche di Ash che, per una serie di coincidenze, ha le stesse iniziali di Aiden, AV.
È proprio questo che mette un po’ in moto tutta la questione, portando Aiden e Ash sempre più vicini.
Tuttavia, entrambi hanno subito dei traumi nella loro vita, e questo non gli permette di vivere una relazione serenamente.
Se Aiden ci era parso così particolare e sopra le righe nel primo romanzo, qui scopriamo molto di lui, soprattutto del suo passato e di ciò che gli è successo.
Si porta dentro tante cose da anni e non riesce a passare oltre.
Invece, Ash sta tuttora vivendo una situazione difficile e, soprattutto, che l’ha portato ad avere una bassissima autostima e poca considerazione di se stesso.
I nostri personaggi sono dunque feriti, rotti se vogliamo essere più precisi, ma in qualche modo sanno che per sopravvivere hanno bisogno di trovare un modo per aggiustare le cose, per aggiustarsi.
E insieme sembrano riuscirci, almeno finché riescono a tenere il mondo lontano da loro.
Tuttavia, le cose belle non sono facili da mantenere e ben presto sembra che tutto ciò che con fatica sono riusciti ad ottenere stia per crollare miseramente.
Questo romanzo mi è piaciuto davvero molto, sebbene il primo, per ora, resti il mio preferito. Tuttavia, devo ammettere che verso la fine mi sono commossa e ho versato più di qualche lacrimuccia.
È un romanzo molto emotivo, ma non punta a far commuovere: non usa mezzucci per suscitare sentimenti nel lettore, ma con una semplicità disarmante è capace di far empatizzare con i personaggi, far entrare il lettore nelle loro teste.
Il commuoversi è solo una conseguenza naturale.
Credo che le due autrici abbiano creato una serie molto bella, dove i personaggi non sono certo perfetti ma sono tremendamente veri e reali, dove non serve essere il meglio del meglio per trovare un po’ di felicità e serenità.
Una volta finito, smaniavo già per avere il prossimo (perché sì, sono abbastanza sicura che avremo almeno un terzo volume).
In attesa che esca, consiglio a chiunque non abbia letto questa serie di recuperarla il prima possibile, perché è veramente un piccolo gioiello.

Alla prossima recensione!



Commenti