La fede e l'inganno di John Gwynne

Le Terre dell’Esilio hanno un passato violento, in cui eserciti di uomini e di giganti si scontrarono in battaglia, scurendo la terra con il sangue nero dei loro cuori. Anche se i clan dei giganti sono stati spazzati via in ere ormai remote, le loro fortezze in rovina continuano a segnare come cicatrici la terra degli uomini. E ora questi esseri riprendono a mostrarsi...

Malice: Soltanto perdendo coloro che ama, Corban imparerà il vero prezzo del coraggio. Le Terre dell’Esilio hanno un passato violento, in cui eserciti di uomini e di giganti si scontrarono in battaglia, scurendo la terra con il sangue nero dei loro cuori. Anche se i clan dei giganti sono stati spazzati via in ere ormai remote, le loro fortezze in rovina continuano a segnare come cicatrici la terra degli uomini. E ora questi esseri riprendono a mostrarsi, le pietre piangono sangue e cominciano a spargersi voci di avvistamenti di wyrm, grossi serpenti dalle enormi fauci che aggrediscono gli uomini. Coloro che sono ancora in grado di leggere i segni vi vedono l’annuncio di una minaccia ben più grande delle antiche guerre. Quando l’Alto Re Aquilus convoca un concilio con i sovrani degli altri Stati, per sancire un’alleanza contro i tempi oscuri che si profilano all’orizzonte, alcuni di loro si mostrano scettici: sono già impegnati a difendere le proprie frontiere dagli attacchi di pirati e giganti. Ma la profezia indica che l’oscurità e la luce esigono due campioni, il Sole Nero e l’Astro Splendente. E farebbero bene a cercare entrambi, perché se il Sole Nero dovesse guadagnare potere, le speranze e i sogni dell’intera umanità cadrebbero in rovina.

Valour: L’annosa guerra condotta dal re di Tenebral, Nathair, ha ormai devastato le Terre dell’Esilio. Insieme alla sua perfida e intrigante alleata, la regina Rhin di Cambren, i cui reali obiettivi sono sconosciuti allo stesso sovrano, il conquistatore percorre quelle immense lande con il suo esercito spietato, sterminando chiunque si opponga alla sua crociata e schiacciando sotto il suo giogo le genti sconfitte. Data per morta, Cywen ha perso la sua famiglia e ha visto la sua patria saccheggiata dai crudeli invasori. Ma non ha scelta: dovrà battersi con tutte le forze per sfuggire ai nemici, per i quali rappresenta una pericolosa minaccia che può intaccare il loro potere. Suo fratello Corban, intanto, vaga esiliato insieme ai compagni alla ricerca dell’unico luogo che possa dare loro rifugio: il Domhain. Ma per raggiungerlo dovranno affrontare le bande di guerrieri di Cambren, i giganti e i wolven delle montagne. Saranno queste le prove che il giovane Corban dovrà superare per diventare colui che tutti credono sia: l’Astro Splendente destinato a liberare le Terre dell’Esilio. Un mondo crudele, magico e misterioso, in cui solo chi è predestinato potrà avere la meglio.

Ruin: Le Terre dell’Esilio sono sconvolte dalla guerra e dal caos. L’astuta regina Rhin ha conquistato i regni occidentali e l’alto re Nathair possiede il calderone, il più potente tra i Sette Tesori. Nathair, inoltre, può contare sull’aiuto dello scaltro Calidus e di una banda di Kadoshim, temibili demoni dell’Oltremondo. Insieme cospirano per riportare in vita Asroth e il suo esercito di Caduti, ma per fare ciò hanno bisogno dei Sette Tesori. Nathair è stato ingannato ma adesso conosce la verità. Ora è davanti a un bivio, e sa che la sua scelta sancirà il destino delle Terre dell’Esilio. Altrove, i focolai di resistenza crescono e la regina Edana trova alleati nelle paludi dell’Ardan. La vita di Corban, infine, è travolta dalla guerra: ha sofferto, ha perso i suoi cari, ha rischiato di essere inghiottito dalle tenebre. Ora ha deciso di fronteggiare il male e la sua missione sarà raggiungere la leggendaria fortezza di Drassil, nascosta nel cuore della Foresta di Forn, dov’è custodita la lancia di Skald, e dove la profezia annuncia che l’Astro Splendente si opporrà al Sole Nero.


***


Inizierò questa recensione con una unpopular opinion, potrei ricevere un sacco di insulti per quanto dirò, ma alla fine il mondo è bello perché è vario u.u. Ho scoperto questa saga per puro caso, ho letto il primo libro in pochi giorni e poi quando sono usciti il secondo e terzo, anche se ho atteso un po’ prima di leggerli, li ho letteralmente divorati. Tutto questo per dire che la considero una splendida saga fantasy, anche molto più appassionante della saga di Martin A Song of Ice and Fire (Le cronache del giaccio e del fuoco).
Io ho adorato la saga di Martin, ho letto tutti i libri usciti in un’estate e sto attendendo con ansia il seguito per scoprire come finirà. Al contrario di molti non ho visto la serie tv, non per principi vari della serie “i libri sono sempre meglio” o altre frasi del tipo “La serie sta prendendo una piega assurda, i personaggi sono tutti differenti, si sono inventati delle cose.” In maniera molto più semplice, non ho visto la serie tv perché io e i telefilm non andiamo per nulla d’accordo. Può essere un capolavoro, ma io dopo dieci minuti mi annoio, mi dimentico quando escono le puntate, magari ne vedo due di una stagione intera e con il mio tempismo sempre la stessa, quindi dopo un primo disastroso tentativo con la prima stagione, come tutti i telefilm ho lasciato stare, tenendomi stretti i libri. Sembra che l’unico telefilm che io riesca a seguire è Law & order.
Come al solito sono andata fuori tema, inizio con un discorso e poi mi perdo in farneticazioni varie. Tornando a noi, so ce sarà un’opinione non condivisa dai più, ma preferisco questa saga molto più a quella di Martin, anche se il vecchietto con le manie da serial killer lo adoro e amo i suoi libri, questa saga è stata una vera e propria rivelazione.
Lo stile migliora dal primo volume al terzo in maniera  netta, ma anche se si nota questa evoluzione, la lettura rimane scorrevole, le descrizioni accurate e per nulla pesanti. Quello che però ho apprezzato è l’evolversi dei personaggi, non solo dei protagonisti, ma anche di tutti coloro che ruotano attorno ad essi. La crescita di ognuno di loro, dei personaggi principali, tutti ragazzi molto giovani, ma anche di coloro che li circondano che maturano, prendono decisioni che man mano li portano verso il loro destino.
Quello che o trovato veramente geniale dell’intera saga, e ance se non ho letto l’ultimo libro, che uscirà a fine di quest’anno, è il suo titolo “La fede e l’inganno”. Ora penso che non posso spiegare in maniera troppo approfondita del come mai questo titolo sia geniale, farei spoiler, e se mai qualcuno leggesse la recensione, potrei prendermi qualche maledizione e preferisco evitare u.u.
Posso dire che l’intera storia ruota appunto attorno alla fede e l’inganno viste in molti modi differenti, la fede degli uomini negli dei, nei propri simili e l’inganno, proprio degli uomini verso gli altri uomini. In tutto il racconto è capitato che familiari si dividessero, schierandosi su fazioni opposte ingannati, usati, desiderosi di potere, eppure altri continuano ad avere fede negli altri, nella vita, nell’amicizia. Eppure, leggendo il libro, notando le sfumature, rendendosi conto degli avvenimenti e anche soffermandosi sui vari titoli di ogni volume, ci si rende conto che il titolo della saga intera va ben oltre, la trama è complessa e la fede e l’inganno ne sono il fulcro portante.
Era tanto che non mi capitava di appassionarmi in questo modo a una saga. Solitamente mi stufo molto presto, i libri che si protraggono troppo, queste saghe lunghe senza una fine, dopo un po’, mi annoiano; con questi libri non è accaduto. L’autore è riuscito a catturarmi, persino i personaggi che dovrei odiare mi piacciono, mi sono simpatici, o meglio sono ben descritti, ben caratterizzati. Non c’è un cattivo fine a sé stesso, sono cattivo perché sì, perché è così. A dirla con sincerità nell'intero libro ci sono degli antagonisti, personaggi che combattono fra loro, ognuno credendo di essere nel giusto. I buoni non sono propriamente buoni e i cattivi non sono propriamente cattivi, almeno per gran parte del racconto, poi ovviamente c’è chi uccide, chi trama nell'ombra, chi è alla ricerca di vendetta, chi desidera il potere e comandare sugli altri.
È stato meraviglioso immergersi nelle terre dell’esilio, leggere di questo mondo che un tempo è appartenuto ai giganti, creature che hanno lasciato dietro di loro una grande eredità: strade, rocche, costruzioni, miti e leggende. Creature sanguinarie, veri e propri guerrieri che poi sono stati relegati dagli esseri umani nelle zone più impervie del mondo conosciuto. Di quello che un tempo era un unico clan, ora ce ne sono piccolo e dispersi che si odiano fra loro, che cercano vendetta, ma altri vogliono solo pace e tranquillità.
Io tendo anche a innamorarmi di un sacco di personaggi secondari, tanto che l’autore di tanto in tanto me ne fa morire uno, ma alla fine non sono mai morti inutili, servono ai fini della trama, e oramai raggiunta la mia età, devo anche rendermi conto che non possono vivere tutti felici e contenti nei secoli dei secoli e qualche perdita, soprattutto quando si parla di guerre, di battaglie deve pur esserci. Eppure, anche se ho versato valli di lacrime, non sono riuscita a interrompere la lettura, nei giorni in cui ho avuto i libri fra le mani, le mie notti sono state decisamente insonni.

Credo che sia la recensione più brutta della storia delle recensioni, ma non ho voluto spoilerare la trama per chi fosse interessato, e mi sto trattenendo dal saltellare e dal descrivere i personaggi che amo, quelli che detesto, ma soprattutto cercare di capire come mai uno in particolare è tanto tonto di suo, oppure sono solo io che lo vedo così. Arrivata a questo punto vi consiglio di leggerli, così poi potete contattarmi e posso sclerare su questa opera fantastica con chiunque volesse.



Commenti

  1. Ma è terminata?io ho acquistato Malice, ma prima di iniziarlo vorrei averli tutti perché l'attesa tra un libro e l'altro è straziante per me

    RispondiElimina
  2. Ciao ^^
    Dunque il quarto e ultimo libro di questa saga esce nel 2017, è aplena stato pubblicato in lingua inglese. Quindi a breve la saga sará conclusa, ma io ti consiglio di iniziare a leggerla perché è spettacolare.

    RispondiElimina
  3. Grazie mille 😄😄😄😄 seguirò il tuo consiglio

    RispondiElimina

Posta un commento