Amore in opposizione di Charlie Cochet (anteprima)

Eccomi qui, di nuovo!
Quest’anno non vi libererete tanto facilmente di me, sono ispiratissima nella lettura e fortunatamente ho trovato libri che mi hanno appassionato moltissimo. Non solo letture normali, ma anche delle anteprime molto molto interessanti che ho avuto l’opportunità di leggere e recensire. Anche questa recensione è un’anteprima, questa volta per la Dreamspinner press che ha pubblicato il libro di un’autrice che amo tantissimo e che ho conosciuto per un’altra sua saga, ma anche questo romanzo mi ha appassionato tantissimo. Io amo Charlie Cochet, il suo modo di scrivere e i suoi personaggi e Amore in opposizione è entrato fra le letture che ho adorato in questi mesi del 2017.


***


Amore in opposizione
di Charlie Cochet


***





Trama:


Lo stagista americano Kelly Sutton è entusiasta di essere stato accolto alla prestigiosa Photonic Royal Society di New London. Da più di un anno collabora al Progetto Marte, una missione così segreta che nemmeno lui ne conosce i dettagli. L’unica cosa di cui è certo è che i suoi studi contribuiranno ad aiutare l’umanità, e questo gli basta.
L’ordinato mondo di Kelly finisce sottosopra quando le preoccupazioni per lo strano comportamento del suo mentore lo portano a indagare e scoprire una crudele verità. Quello che doveva essere un progetto volto a migliorare la vita umana si rivela una ricerca che potrebbe portare alla distruzione di massa. La terrificante scoperta obbliga Kelly a scegliere tra guardare dall'altra parte per mantenere il suo incarico, come ha sempre fatto, o rischiare la carriera e forse persino la vita per fare la cosa giusta e salvare l’uomo che ha conquistato il suo cuore.


Link Amazon: Amore in opposizione


***


Nuova recensione e io sono in fibrillazione per aver letto questo libro. Pensavo di non riuscire a fare in tempo a finirlo, invece mi sono sbagliata: in primis non è lunghissimo, ma più che altro scorre che è una meraviglia. Rimani incollata alle pagine fino a quando non si arriva alla fine e al finale sei disperata perché ne vuoi ancora, vuoi altri libri di questa autrice che riesce a mischiare scene erotiche e fantascienza in un connubio perfetto. Già, che poi le sue non sono scene erotiche, ma fantastici libri m/m, comunque non è solo questo il motivo per cui amo la Cochet: la adoro per i suoi mondi futuristici dove parla e affronta problemi reali, problemi sociali che tutt'ora si possono riscontrare in ogni paese del mondo. In molti suoi libri si parla di razzismo, paura per colui che è diverso e in questo che ho appena terminato di leggere si parla di armi umane, creature create in laboratorio per poi essere usate, senza che possano rifiutarsi, di uccidere i loro nemici, di sterminare e commettere interi genocidi.


Mi è piaciuto questo libro? Sì, e la cosa che mi dispiace è che sia stato così breve ed è terminato troppo presto.
In molti penseranno che in nemmeno settanta pagine di libro gli avvenimenti si siano succeduti troppo in fretta, in determinati casi sarei stata la prima a dirlo, ma in questo caso non è accaduto. Anche l’amore fra i due protagonisti si sviluppa in un arco di tempo abbastanza lungo, tanto che hanno modo di conoscersi. Certo, l’attrazione c’è sin da subito, ma man mano evolve e il lettore impara a conoscere il carattere di Kelly e Marte e la loro storia. Perché è proprio tramite il loro conoscersi che si sviluppa una parte della storia. Si comprende a cosa sta lavorando l’azienda per cui è uno stagista Kelly, si capisce  come possano essere cieche e meschine le persone. E man mano si arriva a scoprire come gli esseri umani possano essere insensibili, pronti a tutto per avere un briciolo di potere, anche a calpestare la vita degli altri, soprattutto dei più deboli. Nella parte in cui i due convivono assieme a Kelly il lettore capisce quali sono gli scopi dell’azienda per cui auspica di lavorare, e contro ogni sua speranza non sono nobili come sperava.
Rivede in alcuni atteggiamenti di Marte quello che potrebbe accadere, quello che i governi e i capi della sua azienda stanno tramando nell'ombra e questo lo spaventa e ferisce.
C’è stata una scena descritta molto bene in cui ogni paura di Kelly affiora; vede in prima persona cosa gli esseri umani sono in grado di fare senza aver nessun ripensamento, senza nessun briciolo di pietà.
Tutta questa parte introspettiva, descrittiva, sociale mi ha incantato di questo breve romanzo, ma non è solo questo, ci sono anche i due personaggi che legano e completano tutto.
Kelly e Marte sono talmente differenti non solo caratterialmente, tutto il loro percorso di vita lo è, dal momento in cui sono venuti al mondo e come, eppure qualcosa li lega sin da subito, probabilmente anche da prima che si incontrassero.
Ho apprezzato come sono stati descritti i loro caratteri, come l’autrice è riuscita a entrare nella psiche dei due personaggi, come lo stesso Marte sembri avere due personalità: quella che mostra agli scienziati e quella che invece riesce a vedere Kelly. E poi c’è la sua passione per i film d’epoca, non può che avere tutto il mio amore per questo.


Tornando al libro, lo stile della Cochet è sempre impeccabile, mi piace come scrive, i suoi personaggi e quel tocco di autoironia che dà a ognuno di loro li rende quasi perfetti e la traduttrice di questo lavoro è riuscita a mantenere intatti entrambi.
Forse un piccolo appunto sull'intero libro e questo mondo futuristico è proprio la carenza di una descrizione sociale e strutturale del governo, ma pazienza, alla fine la storia di Marte e Kelly mi è piaciuta e la consiglio vivamente, soprattutto agli amanti di questa fantastica autrice.
Quattro piume meritatissime <3.




Commenti