Quello che non sai di me di Allegretto Katia e Piro Italia



Atlanta, giorni nostri. Evie Clarke è un'investigatrice privata in cerca di giustizia. È giunta l'ora di scoprire la verità, per farlo è disposta a correre qualsiasi rischio. Dopo quasi vent'anni torna nella sua città natale, lì dove tutto ha avuto inizio. Per affrontare il suo passato oscuro, avrà bisogno di una persona: il medico legale Julian Thompson. Julian conduce una vita tranquilla, nonostante i dolori della sua infanzia. Non immagina che l'arrivo della donna sconvolgerà la sua esistenza. Le loro vite si intrecceranno. In che modo? Quale sarà il ruolo di Julian? Ed Evie, quali segreti nasconde?


Buongiorno, mondo piumoso! Oggi vorrei parlarvi di un romanzo che mi è stato assegnato: Quello che non sai di me.
Quando ho iniziato a leggerlo, ero completamente all'oscuro di tutto. Devo ammetterlo, a volte mi piace approcciarmi ai libri senza conoscerne nessun dettaglio, per rimanere sorpresa il più possibile.
Ho fatto decisamente bene, perché il fulcro di questo romanzo è proprio il mistero che vortica attorno alla protagonista, Evie. Un mistero che la perseguita da tantissimi anni ed è determinata a svelarlo con tutta se stessa.
Evie mi è subito sembrata una ragazza forte, che ha ben chiaro qual è il suo obiettivo e non ha paura di raggiungerlo. Il tormento che la perseguita non le ha impedito di crescere e diventare una persona determinata.
Dall'altro lato però c'è Julian, che Evie avvicina perché parte importante del complicato puzzle che deve svelare. Nonostante tutti i piani di Evie, Julian diventa sempre più importante per lei, in maniera inaspettata.
In questo primo romanzo dedicato a Julian ed Evie ci viene mostrata soltanto la superficie del mistero che lega Evie a Julian, e che sicuramente verrà approfondito nel secondo volume (che le autrici stanno scrivendo in questo momento e che personalmente non vedo l'ora di leggere).
Gli unici piccoli appunti che mi sento di fare a questo romanzo sono principalmente due. Purtroppo, in alcuni punti avrei preferito che la storia venisse approfondita. Mi sembrava che certi elementi fossero trattati un po' troppo di fretta, quando io da lettrice non desideravo altro che ulteriori spiegazioni. Tuttavia, non lo considero un vero difetto, anche perché questa è soltanto la prima parte della storia. Molto probabilmente, le autrici hanno conservato molte delle spiegazioni per la seconda parte, e sono sicura che sarò appagata quando potrò leggerla.
Il secondo appunto è soltanto un tecnicismo, ma da maniaca del controllo quale sono non ho potuto fare a meno di citarlo: avrei preferito che il testo fosse in giustificato e non semplicemente allineato a sinistra. So che non è importante, perché con una buona trama e buoni personaggi tutto il resto passa in secondo piano (e sono tutti elementi che questo libro possiede) però personalmente l'ho trovato un pochino fastidioso dal punto di vista visivo.
Tirando le somme, questo libro mi è davvero piaciuto, anche se avrei voluto che fosse un pochino più lungo e dettagliato, e non vedo l'ora di leggere la seconda parte, sperando che tutte le domande senza risposta lasciate in questa storia siano poi spiegate a dovere. Direi che la votazione più giusta sia quattro piume.

In attesa di avere notizie riguardo al sequel, vi do appuntamento alla prossima recensione.


Commenti

  1. Katia Allegretto15 giugno 2018 11:02

    Ciao! Grazie mille per la recensione. Il secondo libro è ultimato, vi contatteremo non appena possibile per richiedere anche la recensione del secondo volume. Grazie davvero, le tue parole ci fanno ovviamente piacere, le abbiamo apprezzate molto (compresi gli appunti che riteniamo costruttivi e corretti). Ti siamo grate per il tempo che hai speso a leggere la nostra storia. Un abbraccio da entrambe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il commento! Mi è davvero piaciuto tantissimo e sono esaltata per il secondo! Non vedo l'ora *_*

      Elimina

Posta un commento